teatro per l'infanzia e le nuove generazioni

| Chi siamo | Spettacoli | Teatri e rassegne | Corsi | Laboratori | Trasparenza | Contatti |

Corsi





FARE TEATRO: un gioco, un'esigenza

Tra la varie esigenze che spingono ad utilizzare lo strumento teatro in un percorso didattico e/o educativo, il laboratorio proposto, cercherà di analizzarne almeno due:
• il gioco del teatro
• il teatro come progetto
Gioco inteso come espressione che scaturisce da una naturale creatività e che la grammatica teatrale può rendere più completo e gratificante. Progetto perchè crediamo che l'utilizzo dello strumento teatro sia utile nel percorso educativo; un’attività che nasce da un confronto e da una attenta progettualità e non solo da una semplice occasionalità. Da una lunga esperienza di animazione teatrale a contatto con i ragazzi e supportato da vari esperti del mondo scientifico ed educativo, nasce questa proposta formativa che è sintetizzata in un saggio “Tutti giù dal palco”, edito da Salani.
Organizzazione
• numero incontri: 8
• durata incontri: 120 minuti
• numero max. destinatari 20
• organizzabile in presenza in uno spazio scolastico che permetta un'attività motoria (palestra o grande aula)
• conduttore: Giorgio Scaramuzzino







SENZA GIOIA LE PAROLE HANNO I PIEDI DI PIOMBO
laboratorio di lettura ad alta voce
Crediamo che sia importante per la formazione di qualsiasi professionalità in ambito educativo, appropriarsi di tutti quegli strumenti che possano trasmettere la parola scritta con gioia e leggerezza.
Per questo si propone un laboratorio che, attraverso tecniche teatrali, offra strumenti per una buona lettura.
Il percorso laboratoriale in sintesi prevede:
• Il corpo e la voce: le tecniche teatrali a servizio della lettura. • La scelta: la memoria emozionale, la conoscenza bibliografica. • L’arte di ascoltare: ciò che dobbiamo sapere di chi ci ascolta. • La lettura solitaria: differenze e proprietà della lettura ad alta voce. • La didattica della parola: censure e omissioni. • L’interpretazione. • Il luogo: lo spazio convenzionale per creare emozioni. • L’illustrazione: uso e abuso. • L’oggetto libro: il legame tra il corpo e la voce. • I generi: prosa, saggistica, poesia. • La lettura come evento straordinario.
Organizzazione
• numero incontri: 8
• durata incontri: 120 minuti
• numero max. destinatari 20
• organizzabile in presenza in uno spazio scolastico
• conduttore: Giorgio Scaramuzzino







RICORDI D'INFANZIA
laboratorio di scrittura
Il percorso si snoda attraverso giochi, esercizi individuali e di gruppo ed improvvisazioni, per favorire la conoscenza di sé, l’acquisizione di tecniche espressive specifiche.
Si conclude il lavoro arrivando ad una “registrazione audio” finale dopo un lavoro di scrittura basato sui ricordi d’infanzia personali.
Temi affrontati durante gli incontri:
◦ la respirazione ◦ l’articolazione ◦ dare corpo alla voce ◦ la lettura animata ◦ il raccontare storie ◦ la capacità di ascolto e osservazione ◦ l’uso delle ‘memorie’ ◦ montare e smontare un testo ◦ il mio testo
Organizzazione
• numero incontri: 8
• durata incontri: 120 minuti
• numero max. destinatari 20
• organizzabile in presenza in uno spazio scolastico
• conduttore: Massimo Bertoni